Ecco una raccolta di consigli su cosa mangiare a Napoli

Hai sentito parlare della famosa cucina Napoletana e finalmente ne hai la possibilità di assaggiare le prelibatezze? Tramite questo articolo potrai scoprire cosa mangiare a Napoli.

Scopri tutti i consigli utili su cosa mangiare a Napoli! “Napul’è mille culture” asseriva il mitico Pino Daniele in uno dei suo capolavori artistici, “Napul’è”. Noi possiamo affermare, ricalcando le parole di Pino, che “Napul’è mille Sapori”! Se avete già visitato la città o se vi siete informati tramite amici e conoscenti, sarete sicuramente a conoscenza del fatto che, probabilmente, a Napoli si può degustare la miglior cucina d’Italia. Ogni punto della città ha storie culinarie diverse, tutte da scoprire. Chi conosce il capoluogo partenopeo sa che la cucina caratteristica di Napoli è capace di sedurre qualsiasi palato, dal più raffinato al più diffidente.

LA PIZZA
Pizza margherita

Potrete aver mangiato la miglior pizza d’Italia (a vostro parere) ma la pizza di Napoli è la VERA pizza. La pizza a Napoli rappresenta un’esperienza quasi mistica; va assolutamente mangiata in loco presso pizzerie fornite rigorosamente di forno a legna (l’unico in grado di raggiungere la temperatura ottimale per la cottura della pizza stessa). Se non avete fretta accomodatevi in una delle tantissime pizzerie che affollano ogni angolo della città e, se potete, partite dalla classica: Margherita con Mozzarella di Bufala DOP. Se, invece, andate di fretta, provate la cosiddetta “pizza a portafoglio“, un gustoso street food: in pratica è una pizza di dimensioni inferiori rispetto a quella che si può degustare accomodati a tavola, piegata, poi, in quattro parti.

Leggi anche la Guida alle migliori pizzerie di Napoli!

LA FRITTURAFrittura

Napoli è la capitale italiana della frittura; difatti gran parte della cucina tipica napoletana utilizza questa metodologia per la cottura di diversi alimenti. La frittura, negli ultimi anni, è diventata un cult a Napoli, a tal punto da far moltiplicare i cosiddetti fast food per chi “Va e’ press” (va di fretta). E’ stato, addirittura, inaugurato e ripetuto l’evento “Napoli street food festival” tenutosi sul Lungomare Caracciolo. Quale fritto assaggiare? Vi consigliamo: crocchè di patate, ciurilli fritti (fiori di zucca, spesso ripieni di ricotta e salame), palle di riso (cugini degli arancini Siciliani), Mozzarella in Carrozza (fette di mozzarella di Bufala Campana, avvolte in due fette di pane precedentemente bagnate nel latte, poi passate nell’uovo e successivamente fritte). La frittura Napoletana è un vero e proprio paradiso per il palato, un must per chi visita Napoli. Unico neo: è l’assoluta nemesi della linea, è difatti un cibo fortemente saporito e calorico allo stesso tempo!

PARMIGIANA DI MELANZANEParmigiana di Melanzane

Si narra che questo piatto prende il nome perchè gli abitanti di Parma erano solito cucinare a strati, così come avviene per questo piatto della cucina tipica Napoletana. Le melanzane vengono fritte più volte dopo essere state passate nell’uovo. Ogni strato è composto da Fior di Latte (o Provola Affumicata) salsa di pomodoro e basilico fresco. Il piatto, dopo essere stato composto, termina la propria cottura all’interno del forno. Tale passaggio è utile per far compattare il tutto e per far sciogliere il fiordilatte. Questa è una delle specialità da non farsi scappare se si visita il capoluogo Partenopeo.

SPAGHETTI CON LE VONGOLESpaghetti con le vongole

Questo piatto è rappresenta la faccia pulita e genuina della cucina Napoletana. Gli spaghetti con le vongole sono “mitici” quasi quanto la pizza. Possono essere fatti in bianco (procedura che consigliamo) o con un po’ di pomodorino fresco, utilizzato non per il sapore ma, soprattuto, per dare colore al piatto. Le vongole hanno un gusto particolare, soprattuto se veraci, ma, di questi tempi, ci sentiamo ci consigliarvi i Lupini; hanno un sapore più intenso e crescono naturalmente nel golfo della città. Questo piatto è spesso servito con una pasta trafilata in bronzo, come le linguine o gli spaghetti di Gragnano (pasta lunga) oppure, una valida alternativa, è rappresentata dagli Scialatielli (pasta fresca di media lunghezza).

E tu? Hai già mangiato uno dei suddetti piatti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *